Office suite per Android, alcune considerazioni

E’ da quando esistono i palmari che utilizzo dispositivi mobili per gestire file di office, per lavoro difatti sono spesso fuori sede e ho la necessità di lavorare piccoli file per diversi motivi; per sopperire a questa esigenza da quando possiedo un terminale Android (il buon vecchio Galaxy S prima versione) ho acquisto QuickOffice forte della buona esperienza che avevo avuto sull’iPhone 3g precedente e della notevole esperienza dello sviluppatore in questo settore.

Per quelle che erano le mie prime esperienze posso solo confermare che effettivamente l’esperienza d’uso era buona anche se le limitazioni date dalla piattaforma non mancavano di certo.

Più recentemente ho avuto modo di provare quasi tutte le altre applicazioni office presenti sul mercato per Android e un idea più precisa me la sono fatta. Ma prima vediamo di riepilogare quali sono le suite testate:

Allora piccola premessa, le prove sono state fatte grazie alla promozione di Amazon App Shop che offre ogni giorno un’app gratuita e che mi ha consentito di provare le prime 4 applicazioni, ThinkFree e Polaris invece li avevo grazie a Samsung che li aveva preinstallati sui dispostivi che ho, Google Drive è stato sempre presente nei miei dispositivi, Quick Office l’avevo acquistato anni fa e ora che la software house che l’ha realizzato è stata rilevata da Big G. è diventato gratuito per tutti, l’ultimo invece è già gratis sullo store ma non è compatibile con tutti i dispositivi (ad esempio non gira sul mio Tab 2 7.0). Quindi il costo complessivo per poter provare queste app è pari a zero e non ho nemmeno dovuto piratarle, ottimo quindi.

King Office è un’ottima app, le limitazioni della prima suite mobile di office sono le solite trovate praticamente in tutte le altre app, ottima l’interfaccia leggera e chiarissima, diciamo che forse è la suite con la migliore interfaccia graficamente parlando, peccato che il gestore file sia a mio avviso poco chiaro, perfettamente chiaro invece il menù di gestione dei file estremamente completo e di facile utilizzo.

Ottima la gestione dei campi modulo, cosa decisamente ostica sui dispositivi office, e ottima anche la gestione dei servizi cloud che comprende i più importanti e famosi servizi ovvero Google Drive, Skydrive, Dropbox e Box, inoltre è possibile aggiungere anche dei servizi Webdav/ftp rendendo direi completissimo questo software. Una prima scelta tra quelli presenti nello store.

Documents to Go l’ho provato per poco tempo, e dato che per me è molto importante la gestione del campo modulo e che su Documents to Go purtroppo file con i campi modulo nella formattazione impediscano addirittura la modifica dello stesso consentendono solo la visualizzazione.

Aggiungo che la grafica sembra quasi essere rimasta all’epoca del web 1.0, mi ricorda molto i tempi dei Pocket PC (che per inciso avevano suite office fantastiche se consideriamo quando si sono evoluti gli hardware nel frattempo), inoltre la possibilità di utilizzare spazi cloud è limitata Google Drive, quindi è decisamente scartato per me.

OfficeSuite Pro è stato un’occasione fortunata, era difatti la prima applicazione ad essere offerta gratuitamente su Amazon App Shop in Italia, e da allora mi tiene compagnia sui miei dispositivi Android, un’applicazione estremamente ben fatta, con un file manager fantastico e dalla versione 7 in avanti anche la grafica è diventata davvero bellissima, in aggiunta a quanto sopra metteteci un ottima gestione dei file office, peccato che anche per OfficeSuite Pro non riesca a gestire i campi modulo.

Completa anche la gestione degli account cloud, in aggiunta ai già citati Google Drive, Dropbox, Box e Skydrive presenti su King Office, troviamo anche la possibilità di gestire i file presenti su SugarSync, manca però la gestione di un’area Webdav o ftp. Preinstallata su alcuni device come gli ultimi Xperia (anche se non so se su tutti) direi che possiamo promuovere con pieni voti anche questa suite.

SmartOffice invece è quello che mi è piaciuto di meno, una suite decisamente poco interessante, con un interfaccia pessima a mio avviso e che ha ancora molto da imparare dai rivali anche da Documents to Go a ben guardare.

inutilmente elaborata la grafica di SmartOffice è a mio avviso fuorviante e poco pratica su di un disposito come uno smartphone, carente anche la gestione dei servizi cloud, sono gestiti solamente Google Drive e Dropbox, che sebbene siano tra i più utilizzati non sono certamente gli unici. Insomma una app che non ha conquistato sin dal primo utilizzo e che difatti ho scartato poco dopo averla installata.

ThinkFree Office è una suite che ho provato per poco tempo e che è molto curata graficamente, precisa e pulita consente un ottima navigazione tra i suoi menù ma pecca in funzionalità e non consente di gestire tutti i servizi cloud.

è possibile gestire solo Google Drive e l’account cloud di ThinkFree, peraltro in questo momento non è più possibile scaricare la versione completa che avevo provato solo sul Galaxy S circa 2 anni fa, ma non mi pare che ci siano stati miglioramenti enormi nell’applicazione.

Polaris Office è l’applicazione che troviamo spesso preinstallata su diversi dispositivi come i Samsung e che consente una buona gestione anche se con le solite limitazioni, manca la gestione dei campi modulo nei fogli di calcolo che per ora solo King Office fa. Un suo pregio è sicuramente la velocità di visualizzazione dei file, consigliato quindi come viewer se ve lo trovate preinstallato.

Ottima l’interfaccia grafica, che visualizza nella prima finestra gli ultimi file aperti con relativa anteprima di visualizzazione per una più rapida ricerca, e belle icone del menù di gestione file nella zona inferiore della schermata. Buono il file manager che consente un’ottimale gestione e ricerca dei file. Male invece i servizi cloud, è supportato solo Dropbox quindi decisamente da rinviare a giudizio, ma per un software che arriva gratis direi che non ci si può certo lamentare più di tanto.

Google Drive non lo citerei perchè sta diventando più un file manager online che una suite office vera e proprio tant’è che per queste necessità Big G ci rimanda alla sua nuova suite QuickOffice Free che io trovo molto ben fatta, con la solita ottima grafica di Google, e che purtroppo mi permette di gestire soltanto i file presenti in locale e quelli sul mio account Google Drive, mancano tutti gli altri servizi cloud, se da un lato posso capirlo, visto che parliamo di un prodotto offerto gratuitamente da Big G. dall’altro non capisco perchè ridurre al solo proprio servizio la possibilità di gestire più account.

Inoltre la suite in se nonostante l’ottima grafica pecca in gestione file, manca completamente la possibilità di modificare campi modulo, quindi direi che manca ancora un po’ di esperienza da mettere in gioco da parte di Big G. che son sicuro non si farà attendere però, soprattutto su servizi prioritari come questo.

Quickoffice Pro è l’unico programma da me pagato con moneta sonante, per altro due volte dato che l’ho comprato quando avevo un iphone e l’ho ricomprato quando sono passato ad Android (cosa per la precisione poco seria a mio avviso, un utente rimane un utente anche se cambia piattaforma, ma evidentemente in questo senso non la pensiamo allo stesso modo)

E’ ancora possibile scaricarla ma già al primo avvio si viene reindirizzati alla nuova suite e comunque questa riporta ancora degli errori e delle carenze che la rendono quasi inutilizzabile sul mio Galaxy S3 cosa a dir poco ridicola visto che quel che manca non è certo la potenza di calcolo. Bocciata in toto.

CloudOn è forse la suite migliore dal punto di vista delle funzionalità, il problema di questa applicazione è che non è supportata da tutti i device, inoltre per funzionare necessità di una connessione web attiva, wifi o 3g è indifferente, questo perché in pratica quello che lavora non è il nostro dispositivo che funziona da terminale ma un server esterno a cui ci colleghiamo caricando il file che ci serve e che gestisce come una web app i nostri file. Il tutto con una grafica che se vogliamo ricorda molto quella della suite Microsoft online di Skydrive con tutti i menù e sotto menù.

Presente la possibilità di gestire in modo completo tutti i tipi di file ivi compresi i maledetti campi modulo dei file di Excel che hanno messo in crisi quasi tutti i concorrenti. Tra i difetti di questa suite inserirei senz’altro la notevole lentezza nel rispondere ai comandi, in pratica è come se lavorassimo su di una VPN e si vedono tutti i difetti di questo genere di connessioni. Un vantaggio invece è il pieno supporto ai servizi web Box, Dropobox, Google Drive e Skydrive, purtroppo contrariamente a quanto avviene con altre suite è possibile inserire un solo account per ogni servizio.

Insomma la scelta non manca, e considerando anche le considerevoli somme che vengono richieste per l’acquisto di queste suite una bella controllata a cosa fanno e cosa non fanno è sempre bene darla, il consiglio migliore che posso dare a chi non sa cosa acquistare è di cercare di capire quali sono le operazione che mediamente farà più spesso sul suo dispositivo mobile, inutile accontentarsi di Google QuickOffice se poi dobbiamo poter accedere al proprio account Dropbox ad esempio.

Tenete conto che esistono software come EsFileManager di cui parleremo più avanti che ci permettono di gestire per l’appunto i nostri file (come suggerisce il nome stesso dell’applicazione) ma non solo in locale sul terminale che stiamo utilizzando ma anche sui propri account cloud, e anche sulla propria rete lan.

In questo modo una volta cercato il nostro file sarà poi il terminale a chiederci quale suite office utilizzare per aprire il file che abbiamo scaricato dal servizio cloud o letto sulla scheda di memoria, bypassando eventuali limitazioni dell’app in questo senso.

Controllate bene i prezzi, al momento difatti uno dei software più completi e performanti è quello anche meno caro, mi riferisco ovviamente alle versioni PRO, di seguito vi riepilogo prezzi e miei PERSONALISSIME opinioni in merito

  • King Office  ad esempio è gratuito ed è forse la migliore suite di cui ho parlato oggi
  • Documents to Go € 10,95 e di sicuro non vale tutti questi soldi
  • Office Suite 7 € 11,47 certamente buona ma non l’avrei mai comprata a questo prezzo
  • Smart Office € 8,98 come DocToGo direi di orientarsi altrove
  • ThinkFree Office  € 7,01 meno caro di altri ma comunque non mi pare valga i soldi che costa
  • Polaris Office gratuito come dicevo più sopra quindi no problem
  • Google Drive – QuickOffice free anche qui gratis, poca spesa poca resa ma val la pena provarlo soprattutto se usiamo Google Drive
  • Quickoffice Pro € 13,69 il più caro e assolutamente da scartare a mio avviso, girate larghi da qui
  • CloudOn  gratuito ma non per tutti, nel senso che non gira su tutti i dispositivi

Alla fine della fiera il prodotto che mi sento di consigliarvi più di tutti è KingOffice, gratuito, veloce, bello da vedere e con un solo difetto legato al file manager facilmente aggirabile, insomma come minimo da provare.

Buon divertimento e buon lavoro.

Any.DO stile e praticità per il task list manager

Da qualche giorno sto usando questa applicazione che avevo già incontrato in passato ma che allora non mi aveva convinto più di tanto.; oggi posso dire  di aver trovato la migliore applicazione del suo genere in Any.DO
Un’applicazione che permette con pochi tocchi di memorizzare attività e soprattutto consente di gestirle in modo ineccepibile con una grafica degna del miglior designer.
L’app é molto essenziale e come detto serve per gestire le task list, quelle che in italiano vengono definite attività. Non va però confuso con applicazioni come Evernote che sono dei muli tutto fare, Any.DO si limita a prendere nota di quel poco di testo che digitiamo e a ricordarcelo quando glielo diciamo.
Quando inseriamo un’attività difatti la inseriamo direttamente nella riga dedicata al momento in cui vogliamo che ci venga ricordata, e quindi se vogliamo ricordarci di chiamare Pippo domani semplicemente tapperemo sul più della riga DOMANI e inseriremo il testo che desideriamo, sarà poi possibile aggiungere altre opzioni per la singola attività come allarmi, priorità ma cosa ancor più comoda sarà possibile collegare l’attività ad una nota aggiuntiva o condivedere con altri contatti la propria attività.

La parte più bella e graficamente ben fatta dell’applicazione è a mio avviso quella dedicata alla gestione degli allarmi, quando scatta l’allarme collegato ad un’attività difatti Any.DO oltre a ricordarcelo con una notifica nella barra di stato, ci visualizza sulla parte inferiore dello schermo dove troveremo il testo dell’attività e una serie di pulsanti per smarcare l’attività o rinviarla.

Screenshot AnyDo allarm

le possibilità come vedete sono, Ignora, Posponi, Fatto e Da Fare Adesso.

Ignora e Fatto ovviamente faranno sparire semplicemente questa intelligente notifica, mentre invece se clicchiamo su posponi ci verrà chiesto con un menù del tutto identico di quanto posporre. 15 minuti, un ora, tre ore, domani ecc.

Interessante invece l’ultima opzione che nel caso specifico ci rimanda a questa schermata

Screenshot app

dove potremo scegliere come gestire l’attività che dato che nomina il blog mi rimanda all’app di WordPress, un’integrazione con il sistema operativo davvero niente male questa proposta da Any.DO e che unitamente alla piacevolissima e chiarissima interfaccia lo fa diventare uno dei migliori task manager di sempre a mio avviso.

Vi rimando ai link per il download dell’applicazione che è per altro completamente gratuita e che trovate, ovviamente, sul Play Store

E vi lascio con un video

 

Aviate ottimo launcher

Allora da ieri da sto usando come launcher predefinito sul mio Galaxy S3 con stock ROM il launcher Aviate e devo dire che é veramente un ottimo software, e la logica di auto adattamento delle schermate in funzione della situazione e della posizione fisica dello smartphone (e quindi la nostra posizione) é veramente notevole.
Per ora la cosa migliore é l’automazione ma anche la grafica é davvero notevole, un grosso difetto ma che deve essere ancora ben identificato é quello legato al consumo della batteria, insomma per ora non mi sbilancio ma fine settimana cercherò di fare una bella recensione.