Cuffie Apollo Q10 di Tronsmart

Oggi parliamo delle belle cuffie sovraurali bluetooth della Tronsmart, le Apollo Q10. Si tratta di un prodotto che la Tronsmart ha deciso di spedirmi per poterle provare e valutare, e onestamente mi ha fatto molto piacere anche perchè questo genere di cuffie mi hanno sempre intrigato, però il costo dei prodotti più blasonati mi aveva sempre frenato.

Tronsmart Apollo Q10

Come detto era da un po’ che cercavo delle cuffie sovraurali bluetooth ma i prezzi dei prodotti più blasonati e che garantivano qualità sono molto alti soprattutto se tra i requisiti ci deve essere anche la riduzione attiva dei rumori; così quando Tronsmart mi ha proposto di valutare queste Apollo Q10 non ho resistito e devo dire di essere davvero contento.

Partiamo da un assunto di base non sono un audiofilo, cioè non ho capacità particolari per poter giudicare la qualità di diversi strumenti di riproduzione audio, si certo noto e percepisco la differenza tra un prodotto di estrema qualità ed uno molto cheap ma non certo a livello professionale, direi che sono un buon utente medio con una discreta esperienza tra le cuffie bluetooth (la prima acquistata è stata la prima Jabra BT100 comprata dagli USA non so nemmeno più quanti anni fa).

Fatto questo doveroso assunto partiamo con l’analizzare la confezione, una scatola con parecchi pittogrammi che ci aiutano a identificare le caratteristiche delle cuffie e che contiene al suo interno una plastica sagomata.

All’interno troviamo oltre alle cuffie ripiegate, i due padiglioni possono difatti ripiegarsi all’interno dell’archetto così come ruotare su loro stessi di 90°, anche una comoda sacca dove riporre le cuffie stesse, un cavo di ricarica usb tipo A – tipo C, un certificato di garanzia con le istruzioni per registrare il prodotto e un comodo manualetto di istruzioni comprendente anche l’italiano.

Le cuffie sono molto comode, l’imbottitura dei padiglioni offre un’ottimo isolamento acustico e crea un già discretto effetto di riduzione passiva dei rumori, i due pulsanti fisici presenti sul padiglione destro sono facilmente raggiungibili anche con le cuffie indossate, mentre i comandi più comuni possono essere impartiti tramite la superficie touch del padiglione destro.

I comandi touch sono di una comodità disarmante, oltre al solito avvio/pausa riproduzione ottenibile con un doppio tap sulla cuffia destra, possiamo comandare anche il volume effettuando uno slide dal basso verso l’alto per aumentarlo e dall’alto verso il basso per diminuirlo, sempre tramite slide possiamo passare al brano successivo o precedente, in questo caso basterò fare uno slide orrizzontale in avanti o indietro.

Con questi pochi gesti già abbiamo un totale controllo della riproduzione musicale, inoltre sempre tramite doppio tap possiamo accettare e terminare le chiamate in entrata.

Infine tenendo premuto il dito al centro della superficie touch della cuffia destra potremo cambiare modalità di ascolto, che sono le seguenti Active Noise Cancelling ON – Active Noise Cancelling OFF – Ambient Mode, ovvero riduzione del rumore attiva accesa, riduzione del rumore attiva spenta e modalità ambiente.

Mentre è facile capire cosa significano le prime due modalità che consentono di ridurre ulteriormente i rumori esterni per isolarci ancora di più e permetterci una fruizione migliore dei nostri contenuti audio, la terza è forse la più interessante; queste cuffie come dicevo hanno un’eccellente isolamento acustico passivo dato dai padiglioni stessi e quest’isolamento se può essere un enorme vantaggio quando ci troviamo ad esempio in treno o in aereo diventa quasi pericoloso se usiamo le cuffie mentre passeggiamo per strada, in nostro soccorso arriva quindi la modalità Ambient Sound Mode che ci permette di ricevere grazie ai 5 microfoni i rumori che ci circondano permettendoci di non finire ad esempio sotto una macchina in arrivo 😀

Il materiale costruttivo è molto piacevole al tatto, sono completamente in plastica ma non restituiscono un feeling cheap o economico come altri prodotti cinesi di basso costo, bensì risultano molto piacevoli al tatto e trasmettono una buona sensazione di qualità, sensazione che si traduce in una rubostezza dei meccanismi di sblocco dell’archetto e di chiusura e piegatura dei padiglioni.

La sensazione una volta indossati è piuttosto confortevole, non sono le migliori che abbia mai provato e onesteamente il materiale in simil pelle forse non è la scelta migliore, ora che andiamo incontro alla stagione calda potrebbero diventare più fastidiosi di altri in tessuto in ogni caso dopo averle provate a lungo posso comunque affermare che sono assolutamente comode e pratiche.

Le cuffie possono essere anche gestite tramite una comoda app che permette di controllare lo stato della batteria seppure solo tramite una icona e non con una percentuale (percentuale che comunque viene comunicata allo smartphone o pc), cambiare la modalità di ascolto tra Ambientale, ANC OFF e ANC ON, permette inoltre di aggiornare il firmware disconnetterle ed ovviamente contiene anche il manuale d’uso. Infine è presente anche un piccolo equalizzatore preconfigurato con 4 modalità ma ritengo molto più comodo quello messo a disposizione del mio Samsung.

L’audio riprodotto è davvero bello, corposo e ricco avvolge molto bene, certo non siamo di fronte a un prodotto da audiofili sfegatati che cercano la perfezione ma abbiamo un prodotto che suona decisamente bene che prevede un’ottima riduzione attiva del rumore e che costano un terzo rispetto agli analoghi prodotti di marchi più blasonati offrendoci però la stessa sensazione.

L’audio in chiamata è davvero buono i 5 microfoni aiutano a farci sentire e devo dire che per l’uso che se ne può fare in ufficio non sono problemi di sorta, ovviamente dipende anche qui dall’utilizzo che intendiamo fare di questo prodotto; ad esempio l’utilizzo di queste cuffie per una semplice chiamata può essere più che valido, ed anche in caso di video chiamate possiamo fruire di questo prodotto per avere un ottimo risultato sia in trasmissione che in ascolto, diverso il discorso in caso di gaming dove la priorità deve essere data alla latenza e qui qualsiasi gamer vi potrà confermare che per ora nulla sostituisce il filo in quanto a latenza, in quel caso Tronsmart stessa produce ben altri prodotti adatti ai gamer più incalliti.

Per l’audio puro e l’utilizzo casalingo o da ufficio queste cuffie sono sicuramente comode, pratiche da trasportare, poterle riporre ripiegate nella sua sacca aiuta, comode da indossare e stra comode da utilizzare e comandare con i comandi touch, un acquisto che consiglio a tutti di fare ad occhi chiusi, vi lascio la recensione video e il link per tutte le informazioni del caso e l’acquisto.

Video unboxing e recensione

Una risposta a "Cuffie Apollo Q10 di Tronsmart"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.