Il tuo telefono ma anche il mio ;-)

Da quando ho il mio nuovo Lenovo come compagno di lavoro ho imparato ad apprezzare l’app di Windows 10 “Il tuo telefono“, un app che consente di accedere rapidamente ad alcune funzioni del nostro telefono direttamente dal pc senza dover toccare lo smartphone.

Tramite questa app potete accedere alle ultime 25 foto presenti sul pc, ricevere le notifiche dalle app, e rispondere tramite pc ai messaggi ricevuti. Inoltre è anche possibile interagire con il telefono facendo delle telefonate direttamente dal pc sfruttandolo quest’ultimo come vivavoce oppure potete visualizzare lo schermo del telefono direttamente sul pc comandando il telefono che magari è in un angolo a ricaricarsi.

La sezione messaggi

Insomma un’app davvero molto comoda sulla carta, inizialmente, a inizio 2019 ovvero quando ho iniziato ad utilizzarla, ho trovato molte criticità soprattutto nel collegamento tra pc e telefono che spesso non andava a buon fine. Ora dopo aver cambiato smartphone ed essere passato al Samsung Note10+ e dopo gli ultimi aggiornamenti della stessa devo dire che l’accoppiamento PC-Smartphone è decisamente migliorato sia per la gestione delle foto ma soprattutto per la parte notifiche, messaggi e chiamate.

Proprio oggi ho deciso di provare a utilizzarlo per delle chiamate vocali sfruttando l’audio del mio portatile (un Lenovo Thinkpad E485) e devo dire che è stata un’esperienza davvero piacevole, complice sicuramente il fatto che mi trovavo in un ambiente silenzioso.

La sezione chiamate

Insomma si tratta di un’app che soprattutto in ambito lavorativo può tornare davvero comoda consentendoci di accedere al nostro terminale senza doverlo collegare “fisicamente” al pc, per altro è possibile collegare i due dispositivi, pc e smartphone, non solo quando si trovano sotto la stessa rete wifi ma anche tramite rete dati, cosa per la quale ancora fatico a trovare una reale utilità ma che potrebbe tornar comoda per collaborare con il proprio ufficio quando ci si trova fuori sede.

Se proprio voglio trovargli un difetto ora come ora è dato dall’impossibilità di caricare più di 25 foto, limite che presumo sia dettato dalla volontà di non eccedere nella sincronizzazione tra i due devices. Speriamo che magari venga concessa la possibilità di gestire tale vincolo con le prossime versioni.

Io vi consiglio caldamente di provarlo, poi magari non lo userete mai, io per ora lo trovo comodo soprattutto per prendere al volo una foto dal telefono senza dover andare su google foto per scaricarla.

Browser e non solo

Posso dire che da quando internet è diventato accessibile al grande pubblico ho iniziato a frequentarlo, con tutti i limiti che esistevano una volta avevo già la possibilità, e la grande fortuna, di poter navigare nel World Wide Web con gli strumenti che un tempo ci venivano concessi dai produttori.

Ricordo ancora con un pizzico di malinconia Netscape Navigator il primo browser che ricordi nato come ci ricorda wikipedia nel 1994 e poi abbandonato definitivamente nel 2008.

Oggi i browser internet sono davvero tanti, però a dominare il mercato sono in pochi e fanno la parte del leone questi:

  • Google Chrome il cui successo è iniziato nel 2008 grazie alla sua estrema velocità e leggerezza e che invece oggi è diventato forse il browser più pesante a livello di utilizzo di RAM,
  • Mozilla Firefox è un browser che nasce dalla voglia di mantere il software libero, che rispetti gli standard web (cosa che dovrebbe essere scontata ma che in realtà è abbastanza rara), personalizzabile, stabile e veloce
  • Safari, il browser della Apple che è preinstallato in ogni MAC e terminale mobile della casa dalla mela morsicata e che condivide con chrome l’ossature e buona parte delle sue caratteristiche
  • Internet Explorer un tempo dominatore del web con una percentuale di utilizzo davvero disarmante, complice il fatto che fosse il browser preinstallato sui pc dotati di windows fino a non molto tempo fa e che vanta anche il maggior numero di difetti possibili per un software, da sconsigliare assolutamente
  • Edge il nuovo browser di casa Microsoft che dal 2015 ha sostituito, per fortuna, Internet Explorer e che vanta una veste grafica decisamente migliorata oltre a tutta una serie di funzionalità aggiuntive che mettono Microsoft al passo della concorrenza.
  • Opera un browser un tempo piuttosto diffuso, ora molto meno, che vantava una notevole velocità d’uso e che però è stato ormai surclassato dagli altri.
  • molti altri che non ricordo e non conosco…

Insomma non manca davvero la scelta, ognuno preferisce un certo browser per un certo motivo e ognuno di noi può avere le sue buone ragioni, io da qualche anno ho deciso di utilizzare Firefox e cercherò di farvi capire perchè riassumendone i pregi di seguito.

1 Nonostante quel che se ne dica rimane comunque un browser solido e veloce e non è avido di risorse come Google Chrome ad esempio. Difficilmente sono riuscito a metterlo in crisi, nonostante le molte finestre aperte Firefox non ha mai mandato in crisi il mio pc e nemmeno mandava in crisi quello vecchio che non vanta certo le caratteristiche tecniche di questo Thinkpad che sto usando ora

2 La personalizzazione del browser per quanto non sia estrema, forse fin troppo, come nel caso di Google Chrome, rimane comunque presente e ti permette di muovere anche i vari componenti della barra di comando e degli strumenti come meglio si vuole rendendo davvero personale l’esperienza d’uso.

3 La sincronizzazione. Eh già è possibile sincronizzare la navigazione con il proprio dispositivo mobile, su cui ovviament e deve essere installato Firefox mobile, permettendo quindi di condividere la navigazione web da un dispositivo all’altro. Comodo quando si trova qualche contenuto interessante da leggere e che magari è più fruibile sul proprio pc piuttosto che sullo schermo seppur generoso dello smartphone. Inoltre la sincronizzazione è ovviamente attiva anche per preferiti e password.

4 La Sicurezza. Uno dei motivi principali per cui scelgo di utilizzare Firefox invece di altri browser è proprio la sicurezza, su firefox la navigazione in anonimo è realmente in anonimo e uno delle integrazioni fatte proprio recentemente hanno introdotto la funzionalità Firefox Monitor che, grazie alla creazione di un account, permette di controllare se il proprio indirizzo email è stato hackerato e ce ne manda segnalazione non appena questa notizia è disponibile consentendoci di prendere tutte le misure precauzionali del caso.

5 Altra funzionalità recente molto molto comoda è Firefox Send che permette di inviare file di grandi dimensioni fino a 2.5 gigabyte tramite web con protezione a tempo, password o entrambi. Un servizio che sul lavoro mi è già tornato utile in più occasioni e che non mancherò di utilizzare ancora viste le dimensioni di certe scansioni che ricevo dalle compagnie di assicurazioni con cui lavoro.

6 Sempre in ambito sicurezza segnalo anche Lockwise, funzionalità integrata nel browser lato pc, e app da scaricare lato smartphone che consente di poter consultare (senza dover accedere alle opzioni del browser Firefox mobile sul proprio telefono) le password memorizzate da Firefox. L’applicazione non è eccezionale e sicuramente verrà migliorata ma è davvero comodo poter consultare al volo le password memorizzate nel browser per gli accessi ai vari account online.

Insomma non mancano i motivi per cui scegliere Firefox invece di un altro browser, aggiungerei che il team di sviluppo è estraneo alle politiche dei vari big della silicon valley come Google, Apple o Microsoft che hanno bisogno dei nostri dati per poter creare profitto, come recita il claim della Mozilla Foundation

Mozilla è l’organizzazione senza fini di lucro che ha realizzato Firefox, il primo browser alternativo. Da sempre promuove prodotti e linee di condotta per mantenere Internet al servizio delle persone, non dei propri profitti.

Questo è visibile dall’attenzione che viene posta al trattamento dei dati, difficilmente ritroviamo tale attenzione nei browser della concorrenza, e non è un caso se nelle distribuzioni di Linux (il sistema operativo open source) il browser di default è Firefox e non altri.

Se poi volete ancora più sicurezza e porre maggior attenzione alla vostra privacy almeno quando utilizzate un dispositivo mobile, allora scaricatevi Firefox Focus un browser la cui navigazione è sempre e comunque anonima con blocco automatico di pubblicità e traccianti e che ad ogni uscita cancella la cronologia di navigazione.

Biglietti autobus e non solo

Qualche giorno fa ho avuto necessità di prendere un bus per recarmi in centro città, in stazione, dalla mia abitazione e il primo problema che mi si è presentato era dove reperire, fuori dagli orari canonici (erano le 05 del mattino) il biglietto dell’autobus per non incorrere in inutili e stupide sanzioni. Ovviamente la tecnologia mi è amica e ora vi spiego come ho risolto.

E’ bastata difatti una rapida ricerca per trovare subito un’applicazione che potesse darmi una mano in questo si tratta di Dropticket, app che permette di acquistare online i biglietti di diverse compagnie di trasporti locali (compresa ovviamente quella della mia città ma non solo) con diversi metodi di pagamento come il credito telefonico, carta di credito e DropPay (altra app per gestire pagamenti rapidi sempre del medesimo sviluppatore).

Insomma un sistema pratico e rapido che ti consente, senza nemmeno necessitare di una registrazione di acquistare il tuo biglietto in autonomia direttamente da casa.

Va considerato che almeno nel caso della mia città il biglietto è bene acquistarlo al momento del bisogno visto che la sua validità di 60 minuti inizierà a decorrere contestualmente all’emissione dello stesso, quindi a meno di non conoscere esattamente i tempi di arrivo del bus e di durata della corsa, è bene forse aspettare poco prima di salire a bordo per pagare il biglietto.

Segnalo inoltre la possibilità di pagare anche biglietti di Trenitalia, aree di sosta, parchi divertimenti e molto altro, insomma davvero comoda non solo se la vostra zona di residenza è coperta dal loro servizio ma comoda anche se vi trovate fuori sede e avete bisogno di muovervi con i mezzi velocemente e non sapete dove reperire i biglietti.

Consigliata da tenere in tasca, memorizzando anche il metodo di pagamento per velocizzare gli acquisti, e veloce. Ottimo lavoro quello dei ragazzi di A-Tono che hanno sviluppato questa app, grazie per avermi evitato di perder tempo per un banale biglietto dell’autobus.