Digitalizzati in città

Quando un amico mi dice che non è capace a usare uno smartphone o un computer e mi chiede come faccio a sapere “tutte queste cose” rispondo sempre nello stesso modo sono curioso e mi piace provare e sperimentare, per sapere tutto bisognerebbe perdere troppo tempo sui libri, per sapere quel poco che so sulla tecnologia ho semplicemente provato a usarla, sbattendo il naso quando non riuscivo.

Insomma sono curioso, e la mia curiosità mi spinge a provare nuovi prodotti e a tenermi aggiornato il più possibile sul mondo della tecnologia.

Nei giorni scorsi ad esempio ho fatto di necessità virtù, ero senza spiccioli e dovevo pagare la sosta in centro, ho deciso quindi di installare l’applicazione consigliata sul fianco del parcometro Easypark e con pochissimi tocchi sul mio smartphone ho carico l’account di Easypark e posteggiato regolarmente la vettura.

Subito ero seccato e mi dicevo “ecco ora pagherò una fee su un servizio scemo come questo solo perchè non ho spiccioli in tasca” poi ho terminato la sosta e ho visto che la spesa era si gravata di una percentuale (risibile per altro) ma era sul tempo effettivo di sosta, pertanto non un centesimo era stato sprecato e mentre prima avrei dovuto inserire 2 euro per la mia sosta ora avevo pagato € 1,28 precisi con un risparmio considerevole oltre ad aver risparmiato tempo.

Non solo il vantaggio si è tradotto anche nella possibilità di allungare i tempi di sosta anche senza andare all’auto, basta difatti tirare fuori dalla tasca il proprio smartphone e si è in grado di allungare i tempi di sosta, tutto molto smart e facile.

Altro gadget che vi consiglio di installare sul vostro smartphone è Ufficio Postale, si tratta dell’app ufficiale delle poste che oltre a permettere di pagare bollettini e fare altre cose dedicate al mondo delle Poste ci permette soprattutto di prenotare un ticket presso uno degli uffici postali di zona abilitati.

In pratica si prenota un ticket per una certa ora presso un ufficio postale (tra quelli abilitati chiaramente) e viene generato un codice QR, ci si reca lì all’ora prestabilita e si fa leggere il codice QR al totem che distribuisce i biglietti per il turno e il primo ad essere chiamato dallo sportello sarete voi, tutto molto smart e soprattutto molto comodo per chi non ha tempo da perdere in inutili code.